Torna al corso: Filantropia Strategica

Modulo: Social Impact Investing

Allocare il patrimonio per generare impatto sociale e ritorni finanziari

OBIETTIVO DEL MODULO

Conoscere l’ecosistema dell’impact investing, le opportunità per gli attori che a diverso titolo operano per la comunità, gli sviluppi a livello normativo, le dinamiche dei social impact bond, e il processo di investimento in contesti non tradizionali.

PRINCIPALI CONTENUTI

  • Trend e sviluppo degli impact investment. Conoscere l’ecosistema degli investimenti a impatto e identificare i principali player specializzati.
  • Sviluppo normativo. Le nuove opportunità in Italia a seguito della Riforma del Terzo Settore e del decreto legislativo sulle imprese sociali
  • Diventare “investibili”. Quali sono i criteri adottati dagli investitori a impatto per selezionare gli investimenti. La doppia lente su “business model” e “impact model”.
  • L’impatto sulla società. Come approcciarsi alla pianificazione, gestione e rendicontazione dell’impatto socio-economico ex ante ed ex post.
  • Finanza e innovazione sociale. Funzionamento, potenzialità e punti di attenzione dei modelli pay-per-success. L’esempio dei Social Impact Bond.
Programma del modulo (PDF)

DOCENTI DEL MODULO: 12-13 aprile

Matteo Bartolomeo

Matteo Bartolomeo

CEO, Avanzi Impact Fund

Bio

Laureato in Economia e Commercio, ha conseguito un Master europeo in gestione ambientale. Dopo alcuni anni in Fondazione Eni Enrico Mattei, contribuisce alla fondazione di Avanzi, di cui oggi è Presidente. Esperto di innovazione sostenibile, green economy e stakeholder engagement e corporate social responsibility. È Amministratore Delegato di Make a Cube, il primo incubatore italiano dedicato a start up ad alto valore ambientale e sociale. Coordina alcuni progetti di ricerca applicata e di consulenza a favore della Commissione Europea, di grandi imprese e amministrazioni pubbliche. Al Politecnico di Milano è docente a contratto in Economica dell'Ambiente e dei Beni Pubblici (Facoltà di Architettura e Società). E' valutatore per la European Agency for Competitiveness and Innovation, agenzia della Commissione Europea.

Martijn Blom

Martijn Blom

Senior Investor Relations Manager, Hivos Impact Investments

Bio

Martijn is an experienced business angel investor since 2007 with a special expertise in impact investment in international development. He is co-founder of Dutch business angel network De Investeerdersclub and a co-chair of EBAN Impact Investment Committee. Responsible for Investor relations at Hivos Impact Investments, a dedicated impact investment management office for Hivos Foundation. Hivos Impact Investments is currently managing two SME impact funds with a diverse and growing portfolio: (1) Hivos Mideast Creatives Fund that aims to support innovative companies in the creative industries in Middle East North Africa in order to support more open societies and freedom of expression; (2) Hivos Food and Lifestyle Fund that supports sustainable food production, local food sales and support biodiversity and healthy diets in Southern Africa. Before 2007 Martijn successfully scaled and exited from a staffing and advise company in The Netherlands.

Simone Castello

Simone Castello

Responsabile Centro Studi sulla Filantropia Strategica

Bio

Laureato all’Università Bocconi, Simone Castello è Responsabile del Centro Studi sulla Filantropia Strategica e Philanthropy Advisor di Lang Italia dal 2013. Dirige la formazione executive e le pubblicazioni di approfondimento di Lang Italia. Come Senior Consultant si occupa dei progetti di consulenza a imprese e corporate foundation per lo sviluppo delle strategie di giving per la comunità e delle iniziative di employee engagement; della definizione programmatica e strategica attraverso la Teoria del Cambiamento per organizzazioni non profit erogative e grant-seeker; e di analisi di valutazione impatto sociale. Lavora abitualmente in italiano, inglese e francese. Tra le ultime pubblicazioni: Filantropia e Impact Investing per le esigenze degli High Net Worth Individuals (HNWI), pubblicato all'interno de "I portafogli di investimento nel private banking. La pianificazione di scelte ottimali", AIPB, 2018; Manuale operativo per la Theory of Change. Linee guida per gestire un workshop partecipativo di Teoria del Cambiamento e porre le basi per la valutazione dell’impatto sociale, Philanthropy Insights, 2017; Social Impact Investing: macrotrend e opportunità per i principali player, Itinerari Previdenziali e Assoprevidenza, 2017.

Rodolfo Fracassi

Rodolfo Fracassi

Co-fondatore e Managing Director MainStreet Partners

Bio

Rodolfo fonda MainStreet Partners nel 2008 per investire in imprese capaci di generare ritorni finanziari e un impatto positivo sulla società e sull'ambiente. In precedenza è stato Executive Director a Goldman Sachs Asset Management e co-responsabile del dipartimento investitori istituzionali per Franklin Templeton Investments. Ha ricoperto posizioni anche in  Salomon Smith Barney e ha avviato la propria carriera come analista di mercato alla  Italian Trade Commission in Hong Kong.  Laureato all'Università Bocconi, è membro della UK Chartered Financial Analyst Society, dell'Advisory Board italiano alla Taskforce del G7 sull'impact investing, e consigliere in Opes Foundation.

Emiliano Giovine

Emiliano Giovine

Associate, R&P Legal

Bio

Si occupa prevalentemente di assistenza e consulenza in materia di progettazione europea. Ha maturato un’esperienza internazionale pluriennale lavorando come UN consultant all’UNEP di Ginevra e come legal officer presso il JRC della Commissione Europea. Ha frequentato il Master in Diritto e Gestione dell’Ambiente dell’Università Ca’ Foscari di Venezia ed è dottorando in diritto internazionale pubblico presso l’Università di Utrecht con una tesi sul dovere di assistenza in mare. Si è occupato di tematiche ambientali ed energetiche sia sotto il profilo penalistico che in chiave comunitaria ed internazionale, con particolare attenzione ai meccanismi flessibili del Protocollo di Kyoto. Contribuendo a diverse pubblicazioni in tema di riduzione delle emissioni nel settore trasporti ha approfondito la conoscenza del diritto del mare ed è stato work package leader nell’ambito di progetti europei in materia di sicurezza e sorveglianza marittima. Ha maturato esperienza e competenze nel settore della progettazione europea gestendo la sezione legale di diversi partenariati comunitari nell’ambito del Settimo Programma Quadro e assistendo diversi enti no-profit nella partecipazione a bandi europei e regionali. Collabora con il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Torino nell’ambito dei progetti Moot Court e Human Rights and Migration Law Clinic.

Giulio Pasi

Giulio Pasi

Scientific Officer and Policy Advisor, European Commission

Bio

Giulio Pasi è Scientific Officer del Joint Research Centre Directorate of Growth and Innovation della European Commission a Siviglia.  Laureato con lode in giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Pavia nel 2008 e oggi è Ph.D. candidate in Economics and Social Sciences, programma congiunto tra l'Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia e la Scuola di Studi Superiori Sant'Anna di Pisa. I suoi interessi di ricerca si concentrano nell’area dei policy studies, in particolare policy design e processi di policy making. In questo ambito ha pubblicato in Italia e all’estero ricerche sul tema dei social impact bonds e sulle sfide poste dalla c.d. finanza sociale.

Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione o per aiutarci a fornire i nostri servizi. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al nostro uso dei cookie.
Chiudi
Info